…… non ho mai avuto muffa e da quando ho cambiato le finestre la casa si è riempita….

Questo è quanto mi ha detto il sig. Luigi l’altro giorno, qualche mese dopo aver sostituito le vecchie finestre piene di spifferi con nuove e più performanti.

Non voglio entrare nel particolare di cosa sia la muffa ma vediamo come e perché si crea e come evitarla.

La muffa e la condensa sono la conseguenza di particolari condizioni climatiche che si creano in alcuni punti della vostra casa, quando si notano i tipici segni neri sul muro considerate che è già da molto tempo che esiste.

In questa prolungata condizione questo fungo trova l’ambiente giusto per proliferare.

Queste particolari condizioni si creano in funzione dell’umidità (di solito superiore all’80%) e della temperatura, di solito i punti più freddi possono essere angoli tra muro e solaio non correttamente coibentati, marmi passanti, il contorno di porte o finestre posate male.

In genere la muffa si crea proprio nelle stanze più umide come cucina, bagno, camere da letto a causa del vapore acqueo rilasciato durante le normali attività giornaliere come fare da mangiare, fare la doccia e dormire.

Cosa fare per eliminarla (ed evitare che si crei)

Se la muffa è gia presente esistono vari rimedi sia naturali che chimici per risanare le pareti.

La cosa basilare da fare è cercare di modificare l’umidità degli ambienti o la temperatura.

Umidità
La si può facilmente diminuire con:

Verificare non vi siano perdite di tubi all’interno di muri.

Verificare non vi siano infiltrazioni di acqua dal tetto o dalle fondazioni.

L’areazione rimane una delle cose fondamentali di un abitazione, proprio per questo il sig. Luigi ha iniziato a vedere segni neri sul muro dopo la sostituzione dei serramenti, prima con quelli vecchi che disperdevano e spifferavano c’era un ricambio d’aria automatico degli ambienti senza che lo sapesse, ma con quel ricambio se ne andava anche parte dei soldi spesi per il riscaldamento.

L’areazione puo essere garantita aprendo puntualmente e costantemente le finestre oppure istallando un sistema di ventilazione meccanica controllata.

Temperatura
La si può modificare in questi modi:

Modificare la temperatura nelle zone interessate alla muffa diventa un pò più complicato.

Alzare la temperatura in tutta l’abitazione potrebbe non essere la soluzione per ovvi motivi.

Fare una buona coibentazione in modo che non ci siano più ponti termici è sicuramente la via giusta, è la soluzione non solo a muffe e condense ma anche a un migliore comfort abitativo.

In fase di sostituzione delle finestre o di una nuova costruzione è necessario progettare il foro finestra in maniera corretta per evitare ponti termici, infiltrazioni e spifferi.

In conclusione:

per qualsiasi intervento nella vostra abitazione affidatevi ad esperti, le soluzioni corrette esistono e sono garantite perché già studiate in altri casi precedenti al vostro.
Consulenza online whatsapp