Comunicazione ENEA anche per beneficiare delle detrazioni sulle ristrutturazioni:

sarà pubblicato a breve il portale online per l’invio dei documenti richiesti per alcune tipologie di lavori. Ecco quali sono.

Comunicazione ENEA anche per i lavori di ristrutturazione:

è in fase di pubblicazione il portale online per l’invio dei documenti necessari per beneficiare della detrazione del 50% sulle spese sostenute nel 2018.

L’obbligo, introdotto dalla Legge di Bilancio 2018, sarà rivolto soltanto ad alcune tipologie di lavori:

page1image1808768

  • Parti comuni condominiali (detrazioni del 70 e 75 percento)
  • Serramenti e infissi
  • Caldaie a condensazione
  • Collettori solari
  • Pompe di calore
  • Coibentazione strutture
  • Riqualificazione globale
  • Caldaie a biomassa
  • Schermature solari
  • Building automation
  • Sistemi ibridi
  • Microcogeneratori

Per ciascun tipo di lavoro è stata approntata dall’ Enea una scheda riepilogativa dei requisiti tecnici richiesti e della documentazione da approntare per il bonu ristrutturazioni 2018, ma quello che si evince è che l’adempimento riguarderà esclusivamente i lavori che comportano un risparmio energetico.

Così come già previsto per l’Ecobonus, al fine di beneficiare della detrazione fiscale pari al 50% delle spese sostenute sarà obbligatorio inviare un’apposita comunicazione contenente i dettagli tecnici del lavoro effettuato. Un ulteriore adempimento che rischia di rendere più complesso richiedere l’agevolazionesui lavori di ristrutturazione edilizia, oltre a comportare un nuovo costo a carico dei contribuenti.

L’obbligo di comunicazione ENEA dei lavori che danno diritto al bonus per le ristrutturazioni edilizie è previsto per tutti i lavori ultimati a partire dal 1° gennaio 2018.

 

Interessati dall’adempimento e dall’invio della documentazione saranno quindi tutti i contribuenti che hanno sostenuto spese ammesse alla detrazione del 50% nel corso dell’anno ma l’obbligo sarà limitato alle anzidette categorie di lavori:

A fornire alcune anticipazioni su quali sono i lavori per i quali sarà necessario rispettare le nuove regole introdotte dalla Legge di Bilancio 2018 è una nota pubblicata dall’ENEA qualche mese fa, nella quale è stato comunicato che:

“Tenuto conto che l’obiettivo della legge è il monitoraggio energetico, l’ENEA ritiene che la trasmissione deidati debba avvenire solamente per gli interventi che comportano riduzione dei consumi energetici o utilizzo delle fonti rinnovabili di energia, tipicamente quelli previsti dal DPR 917/86, art. 16.bis, lettera h.”

Ad esempio, quindi, al fine di beneficiare della detrazione del 50% dall’Irpef, la comunicazione ENEA sarà obbligatoria per l’installazione di impianti basati sull’impiego di fonti rinnovabili di energia (comel’installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica).

page2image5028784

Attualmente, si specifica, il sito attraverso il quale inviare la comunicazione all’ENEA non è ancora statopubblicato, ma una nota diffusa dalla stessa Agenzia il 22 luglio 2018 comunica che il portale sarebbe in fase di test.

Il portale online per la trasmissione ENEA dei dati dei lavori edilizi e tecnologici che comportano unrisparmio energetico o che prevedono l’uso di fonti rinnovabili di energia sarà messo in linea il prima possibile.

A partire da tale data partirà il conto dei 90 giorni dalla fine dei lavori per l’invio della documentazione. Lascadenza dei 90 giorni dalla data di fine dei lavori per la trasmissione ad ENEA dei dati, per gli interventi già ultimati decorrerà dalla data di apertura del sito.

Sarà inoltre a partire dalla data di apertura del sito che saranno resi noti i dettagli operativi sui dati da trasmettere e su quali sono i lavori per i quali sarà obbligatorio l’invio della comunicazione ENEA per il bonus ristrutturazioni 2018.

Consulenza online whatsapp